Home > Tecnologie > IMPIANTI A BIOMASSA

 

IMPIANTI A BIOMASSA

 

 

 

 

Cosa sono gli impianti a biomassa?

 

Con il termine biomassa si indica generalmente un insieme di organismi animali o vegetali presenti in una certa quantità in un dato ambiente come quello acquatico o terrestre. Le biomasse assumono particolare importanza in due diversi campi: quello ecologico e quello delle energie rinnovabili, dove rappresentano una fonte di energia di origine biotica.

 

 

 

Come funzionano?

 

La conversione energetica della biomassa può avvenire in centrali termoelettriche o in piccoli impianti (industriali o domestici) secondo diverse modalità. Il contenuto calorico delle biomasse può infatti essere sfruttato attraverso molteplici processi basati su diverse tecnologie: a seconda del tipo e della composizione, possono essere o bruciate per fornire calore, o convertite in altro combustibile (metano, etanolo, metanolo, prodotti carboniosi) o usate direttamente per la generazione di energia elettrica.

 

La nostra azienda si occupa principalmente dell’installazione di quattro tipi di impianti a biomassa: caldaia a classificazione di legna, caldaia combinata legna/pellet, caldaia a pellet e caldaia a cippato.

 

CALDAIA A CLASSIFICAZIONE DI LEGNA.

Il legno è uno dei materiali più preziosi che la natura mette a nostra disposizione.

Le caldaie a legna consentono la combustione di ceppi di legna lunghi mezzo metro, i quali garantiscono lunghi intervalli di ricarica e una combustione ottimale ad alto rendimento.

 

CALDAIA COMBINATA LEGNA/PELLET.

Le caldaie combinate legna/pellet sono caldaie a gassificazione di legna, che consentono la combustione di ceppi di legna lunghi mezzo metro, combinate a un bruciatore a pellets. La combinazione di questi due sistemi è in grado di fornire una combustione ottimale ad alto rendimento.

Anche in questo caso la possibilità di bruciare ceppi di legno lunghi mezzo metro consente di avere lunghi intervalli di carica.

 

CALDAIA A PELLETS.

Il pellets è un combustibile prodotto dalla segatura essiccata e poi compressa in trucioli dal diametro di alcuni millimetri. Per ottenere un prodotto compatto poi, viene usata la lignina, sostanza contenuta nel legno con capacità leganti. Questo permette di ottenere un combustibile naturale ad alta resa.

Le caldaie a pellets consentono una combustione ottimale in tutti i campi di potenza, e la loro tecnologia garantisce un alto rendimento a basse emissioni e con un minimo di energia elettrica.

 

CALDAIA A CIPPATO.

Il cippato viene prodotto dallo sbriciolamento del legno in scaglie di dimensioni variabili con lunghezza e spessore di pochi centimetri. Paragonato al pellets, il cippato ha una resa minore, poiché maggiore è il tasso di umidità in esso contenuto. Ciononostante, essendo prodotto da scarti dell'industria del legno e dell’agricoltura, anche il cippato come il pellets, permette notevoli risparmi economici ed ha un migliore impatto ambientale rispetto ai tradizionali combustibili fossili.

 

 

 

I vantaggi

 

  • Continuità di erogazione: l’energia delle biomasse è regolabile a piacimento e può essere interrotta in ogni momento.

 

  • Semplicità tecnologica e riduzione dei costi: le caldaie a biomassa necessitano di tecnologie poco sofisticate e, anche per questo motivo, la messa in opera di tali impianti richiede investimenti piuttosto ridotti.

 

  • Il costo della biomassa è inferiore di circa il 50% rispetto a quello dei combustibili fossili impiegati per il riscaldamento.

 

  • Gli impianti a biomassa producono energia pulita e rinnovabile.